Protagoniste: un video contro la ginofobia

UnknownProtagoniste è un cortometraggio realizzato dalla videomaker Morena Sarzo per partecipare al contest internazionale

No Gynophobie indetto dall’associazione francese “Ensemble contro la gynophobie” .

qui il link al video 

Cos’è la ginofobia? La ginofobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata delle donne. Questo tipo di fobia colpisce quasi esclusivamente quegli uomini che entrano in ansietà sentendosi minacciati dalla autonomia e libertà delle donne, che limitano il loro potere. Essi reagiscono  spesso violentemente, sia a livello fisico che psicologico.

Il cortometraggio Protagoniste fa emergere in maniera velata tale ginofobia. Racconta la solidarietà tra due realtà, l’essere donna e l’essere transessuale, considerate subordinate e discriminate dalla società. Le due anime femminili si truccano e si vestono con abiti che prima di tutto piacciono a loro. Sono due protagoniste che curano il proprio aspetto per piacere innanzitutto a loro stesse. Ogni donna dovrebbe poterlo fare.
Il sessualmente appetibile è negli occhi di chi guarda. Si vive in un mondo organizzato dal maschio, dove una donna, ben vestita e curata, è considerata disponibile per l’uomo. Non è questo il caso. Le Protagoniste amano essere donne e lo dimostrano truccandosi e passeggiando con sicurezza per le strade di Padova. Nel 1678 a Padova si è laureata  in filosofia, non potendo ottenere la laurea in teologia, la prima donna al mondo: Lucrezia Cornaro Psicopia.

Può sembrare strano vedere una donna che rivendica i propri diritti accanto ad una transessuale. Non lo è. Entrambe vogliono ottenere il rispetto dei  loro diritti.  Anche nel mondo del lavoro le donne sono ancora oggi discriminate. In Italia esiste un’importante disparità tra uomini e donne  ( Global Gender Gap Forum 2015, sulle diseguaglianze di genere: l’Italia è ulteriormente retrocessa nella classifica internazionale al 111° posto su 136 paesi, ponendosi dopo paesi africani e asiatici)  con relativi notevoli squilibri a livello sociale.
E’ rilevante l’idea di solidarietà tra le donne e il movimento transgender per lottare contro la subordinazione e l’emarginazione voluta da una opprimente  società maschilista.

 

Link al video vincitore del concorso NoGynophobie, Baffes Perdues di Anna Apter: https://vimeo.com/164826699

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *